Hana-mi e tsukemono

17797453_10210096894871288_1650061648_oQuesta è la stagione dei ciliegi in fiore. In Giappone il ciliegio è un albero molto amato, e ci sono interi viali o parchi in cui sono piantati, strategicamente, solo ciliegi, in modo che durante la stagione della fioritura, che dura pochi giorni, si creino come delle nuvole rosa tra cielo e terra.

E’ consuetudine in Giappone fare pic nic sotto i ciliegi in fiore, hana-mi (letteralmente “guardare i fiori”). Si fanno con gli amici, con i colleghi, con i compagni… anche da soli. E così abbiamo fatto anche noi: coperta, bento e un sole tiepido di prima primavera, e via verso il parco.

Perché i giapponesi amano i fiori di ciliegio? Perché con la loro breve fioritura ricordano la caducità di tutte le cose e la brevità di ogni felicità. Felicità che però, anche se sfiorisce, poi ritorna, in un ciclo che non ha mai fine.

17741128_10210096895151295_750779637_n

Per i bento di questo hana-mi ho pensato di preparare, oltre alle solite pietanze a prova di bambine, del cavolo rosso marinato al limone: rosa come i fiori di ciliegio (in realtà è un rosa decisamente più carico ma non sottilizziamo) e leggermente aspro. Con l’arrivo della stagione calda mi piace inserire nel bento qualcosa di aspro per contrastare la calura.

17797030_10210096895791311_790649500_oNel bento trovate inoltre: sandwich con lattuga e prosciutto cotto e con uova e maionese, karaage, uova di quaglia marinate, insalata di broccoli, gamberi e arachidi, renkon all’aceto balsamico, mezzo pomodorino.

Ingredienti:

un ottavo di cavolo rosso
mezzo limone tagliato a fette sottili e privato dei semi
sale

Procedimento: tagliate il cavolo rosso a striscioline sottili eliminando le parti più spesse vicino al gambo.
Mettete le striscioline in una ciotola e aggiungete abbondante sale, poi massaggiate il cavolo usando le mani. Lasciate riposare per mezz’ora (se vi è possibile, mettete un peso sopra il cavolo, ad esempio un’altra ciotola piena d’acqua).
Trascorso il tempo, vedrete che il cavolo avrà rilasciato un po’ d’acqua. Scolatelo bene, e asciugate sommariamente con della carta da cucina.

17797964_10210096895031292_1099918262_o

A questo punto trasferitelo in un contenitore con coperchio e aggiungete al cavolo rosso le fettine di limone. Mescolate per bene, chiudete e mettete in frigorifero.
Si conserva bene per diversi giorni in frigorifero, e il gusto del limone sarà sempre più accentuato. Io mangio anche le fettine di limone!

Bento tips

Tip 1 la ricetta di oggi è una tsukemono, cioè verdura in una sorta di “salamoia”, uno dei cibi giapponesi tradizionali per eccellenza e che accompagna ogni pasto giapponese che si rispetti. La tsukemono più famosa in assoluto è l’umeboshi, la prugna in salamoia, ma ce ne sono centinaia di tipi, tutti diversi e (quasi) tutti buonissimi!

Tip 2 le tsukemono anticamente (molto prima dell’invenzione dei frigoriferi) erano preparate per conservare le verdure che altrimenti sarebbero andate a male. Ancora oggi si dice abbiano proprietà benefiche e di conservazione. Ad esempio si dice che l’umeboshi aiuti a preservare il bento dal caldo, in estate. Oltre a fare molto bene allo stomaco (se riuscite a mangiarla!).

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...