Insalata di patate alla giapponese

15388598_10209077569948802_108514436_oLe insalate di patate della mia infanzia sono sempre state… di patate e basta. Al massimo con un po’ di prezzemolo, condite con olio e sale, e qualche goccia di aceto. Quindi potete immaginare il mio stupore nel vedere quella che qui è considerata l’unica e sola insalata di patate!
E’ molto usata nei bento ma anche come contorno. A me piace molto nei panini (lo so, è una maialata ma che ci posso fare? Amo i carboidrati). In questo bento trovate inoltre: un panino con prosciutto e cetriolo, un panino con banana e nutella, un pomodorino, uva.

Per fare i panini ho usato questa ricetta: come tutte le ricette di Adriano Continisio che ho provato finora è perfetta. Vengono panini tipo quelli semidolci da buffet, quasi senza crosta.

Ingredienti:

3 patate
un pezzetto di burro
1 cetriolo (io uso quelli giapponesi che sono più sottili di quelli italiani, eventualmente usatene 3/4)
2 fette di prosciutto
1 uovo
maionese, sale e pepe q.b.

Procedimento:

15387582_10209077570268810_1528341319_oFate bollire le patate o cuocetele al vapore, sbucciatele ancora calde e schiacciatele con una forchetta. Non usate lo schiacciapatate perché devono rimanere dei pezzetti, anche se piccoli. Aggiungete il burro e mescolate. Tagliate a fettine sottilissime il cetriolo (io uso una mandolina) e cospargetelo di sale. Dopo una decina di minuti strizzatelo e buttate via l’acqua che si sarà raccolta nel piatto. Tagliate a quadratini il prosciutto. Fate rassodare l’uovo, sgusciatelo e tagliatelo a pezzetti.
A questo punto mescolate tutti gli ingredienti e condite con un po’ di maionese. Assaggiate e valutate se aggiungere sale e, se piace, pepe.

Bento tips:

Tip 1 Il bento con i panini (ancora più che i tramezzini) è molto adatto in quelle situazioni in cui è meglio non combinare pasticci, ad esempio i pic nic o le gite (questo l’ha portato mia figlia di quattro anni in gita: per una volta non si è sporcata neanche un po’).

Tip 2 Per rendere i panini più carini consiglio di farcirli da sopra, tagliandoli quindi verticalmente senza arrivare in fondo in modo che le due metà del panino restino saldamente unite (e questo aiuta anche, di nuovo, a non combinare pasticci).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...